Un impianto di cogenerazione a biomassa è un impianto che produce energia elettrica e termica sfruttando l’energia presente nella biomassa. Le tipologie di biomasse utilizzate presentano origini e caratteristiche di diversa natura, ma principalmente parliamo di scarti, sottoprodotti, residui di lavorazioni e rifiuti di origine biologica che normalmente non vengono sfruttati, bensì sono destinati allo smaltimento oneroso in discarica, con conseguenze negative in termini di impatto sociale ed ambientale.

Gli impianti di cogenerazione a biomassa offrono determinati vantaggi e possono essere utilizzati a scopi residenziali o da differenti tipologie di aziende e industrie. Generalmente sono classificati in impianti di minicogenerazione (< 50 kWe) e microcogenerazione (< 1 MW), ma le loro potenze possono raggiungere anche decine di MW. Pertanto, possono soddisfare sia le esigenze di privati con consumi rilevanti, sia quelle di grandi aziende di produzione, specialmente laddove vi sia un notevole fabbisogno sia di energia elettrica che di energia termica.

Caratteristiche e vantaggi degli impianti di cogenerazione SyngaSmart

Ambiente

Gli impianti di cogenerazione, in particolare quelli a biomassa, offrono innanzitutto un evidente beneficio in termini di impatto ambientale: attraverso la produzione combinata di energia elettrica e termica, infatti, è possibile aumentare l’efficienza complessiva, riducendo così la necessità di approvvigionare energia separatamente per i due fabbisogni elettrico e termico. Gli impianti SyngaSmart, inoltre, utilizzano la biomassa come fonte primaria, pertanto una risorsa rinnovabile, ampiamente disponibile e facilmente reperibile localmente. Utilizzare la biomassa permette non solo di ridurre la dipendenza da combustibili fossili inquinanti, ma anche di produrre energia senza ulteriore immissione in atmosfera di CO2 di origine fossile: infatti, sfrutta quella già naturalmente presente nel ciclo del carbonio atmosferico che viene stoccata nella biomassa attraverso la fotosintesi. Inoltre, il processo alla base degli impianti SyngaSmart permette anche di effettuare un’azione di Carbon Capture and Storage (CCS) attraverso la produzione di biochar, rilasciando nell’atmosfera solo una parte della CO2 originariamente assorbita dalla pianta durante il suo ciclo di vita. Il biochar, oltre a rappresentare un efficace strumento di cattura del carbonio, può a sua volta essere utilizzato come ammendante agricolo, come sistema di depurazione delle acque, come mezzo deodorizzante per biofiltri, come supplemento alimentare zootecnico etc.

Sicurezza e praticità

Gli impianti di cogenerazione SyngaSmart sono progettati a partire dal layout containerizzato modulare (1 o 2 container da 20’), che viene coibentato ed insonorizzato al fine di massimizzarne l’utilizzabilità in diverse tipologie di contesti. Il design plug and play, inoltre, ne facilita il trasporto e l’installazione. Paragonandolo ad altre tecnologie (ad esempio un impianto fotovoltaico o eolico) presentano un impatto visivo notevolmente inferiore, a parità di potenza di picco. Gli impianti SyngaSmart sono caratterizzati da due processi che avvengono simultaneamente: la generazione del combustibile dalla biomassa che permette la successiva immediata produzione di energia elettrica e termica. Tutto ciò avviene senza uno stoccaggio del syngas prodotto, pertanto non vi sono rischi per la sicurezza, dovuti a possibili esplosioni o incendi: infatti l’intero processo avviene in depressione, e si interrompe laddove il generatore (ovvero il motore) si spegne. Inoltre, la gestione dell’impianto può avvenire sia in locale che in remoto attraverso una semplice connessione internet, in quanto l’impianto è altamente automatizzato ed operabile attraverso un’interfaccia SCADA (Supervisory Control and Data Acquisition).

 I vantaggi sul piano economico

Gli impianti di produzione di energia da fonti rinnovabili, tra cui gli impianti di cogenerazione SyngaSmart, permettono di accedere ad una serie di benefici ed incentivi economici, tra cui quelli erogati dal Gestore dei Servizi Energetici (GSE), quali ad esempio i Titoli di Efficienza Energetica (TEE). Inoltre, sono qualificati Industria 4.0 e beneficiano dei vantaggi legati al superammortamento.